Argentina dal basso verso l'alto: percorso 40 di @ vidaverdemb180
Route 40 Argentina in camper. Sfondo del vulcano Tropel

Argentina dal basso verso l'alto: percorso 40 di @ vidaverdemb180

[Totale: 1   Media: 5/ 5]

Nancy, Cristian Geremias e Aragog formano il profilo instagram @ vidaverdemb180. Una coppia che campeggia su un camion Mercedes Benz 180 per visitare l'America Latina.

Se vuoi saperne di più sull'America Latina in camper o in camper, non esitare a incontrare questa fantastica squadra.

Itinerario 40 dell'Argentina in camper o camper

Argentina in camper. Guida pratica

Legislazione e altro sui camper in Argentina

Viaggiare in camper o, come lo chiamano lì, in camper o in camper è facile in Argentina. Anche se, allo stesso tempo, è totalmente diverso dal viaggiare in camper in Europa.
In Argentina non esiste una normativa contraria al riguardo, ma a seconda del comune o del luogo possono esserci divieti sia di parcheggio che di pernottamento in camper o camper. 

Per quanto riguarda la cultura del camper in Argentina, c'è da dire che c'è poco. Poche persone viaggiano in questo modo. Non ci sono aree camper come in Europa in quanto tale ma ci sono campeggi e stazioni di servizio, distributori di benzina, aiuti a fare il pieno d'acqua. Ovviamente per i vuoti c'è un grande problema. Normalmente i camper lì svuotano i loro bagni chimici e grigi nelle fognature delle città o nelle zone remote delle città, poiché non ci sono aree di svuotamento e servizi per i camper.

Strade argentine e guida

In generale, le strade argentine non sono molto male, solo in sezioni remote. Tutto è molto simile alla Spagna.
Si guida a destra e si sorpassa a sinistra come qui in Spagna. È obbligatorio anche l'uso delle cinture di sicurezza e dei seggiolini per bambini. E l'uso di telefoni cellulari come qui è vietato e il limite di velocità è come in Spagna di 120 km / h in autostrada. Quello che dovresti tenere a mente è che luii fari anabbaglianti dovrebbero essere sempre accesi sia di giorno che di notte. 

Una differenza importante con l'Europa sono gli incroci stradali che quasi nessuno è segnalato o con semaforo. La cosa migliore è che non ci sono regole chiare…. Di solito cedono il passo a chi arriva dalla strada più grande oa chi arriva dal lato destro ... In sintesi, sotto questo aspetto, cautela poiché i guidatori argentini sono noti anche per essere aggressivi alla guida.

Un'ultima cosa che dovresti sapere è che sei sempre pieno di benzina e acqua dato che dipende da dove viaggi le distanze in Argentina sono molto grandi e le stazioni di servizio scarseggiano.

 

 Sulla Route 40 per fare l'Argentina in camper o camper

È un percorso che attraversa tutta l'Argentina in camper o in camper che va da Ushuaia a Jujuy.

Il percorso 40 corre 5200 chilometri lungo le Ande, da Cabo Vírgenes a La Quiaca, attraversando 11 province dell'Argentina .

L' 20 parchi nazionali e riserve naturali, scala montagne e scende nelle valli, attraversa 236 ponti ma guadagna anche fiumi e attraversa deserti, foreste, ghiacciai e vulcani.

Partenza del nostro percorso attraverso l'Argentina in camper o camper

Inizia a provincia di Santa Cruz a Cabo Vírgenes a 126 km il percorso attraversa la prima città Río Gallegos poi attraversa l'altopiano della Patagonia. 

Quindi raggiunge il file città 28 novembre a questo punto il percorso dista 21 km dall'Oceano Pacifico.

La scala successiva è la pCittà mineraria di Rio Turbio dove va a centro sciistico e 240 km a nord la prima fermata obbligatoria El Calafate a 80 km dal ghiacciaio Perito Moreno Con migliaia di attività nei dintorni, passeggiate, equitazione, 4 x 4, vela, il museo Glaciarium e un buon agnello alla brace per cena.

Il 40 prosegue verso nord, e si sconsiglia di passare senza fermarsi al Parador La Leona, un luogo-hotel che racconta grandi storie. Costruito nel 1894 da una famiglia di immigrati danesi, ospitava, tra gli altri, i leggendari banditi Butch Cassidy, Sundance Kid ed Etta Place. E più tardi Nelle vicinanze si trova una foresta pietrificata.

 

Verso il nord dell'Argentina

Da La Leona verso nord, inizia uno dei tratti più desolati del percorso, con molti chilometri di ghiaia.
Un po 'più a nord, passando per Bajo Caracoles, un'altra deviazione obbligatoria: percorso 97, che dopo 42 km di strada sterrata conduce a Grotta delle mani, una testimonianza di migliaia di anni, nell'imponente canyon del fiume Pinturas. Una vera sorpresa nel mezzo della steppa della Patagonia.

E così passa il 40 Da Santa Cruz a Chubut, Río Negro, Neuquen, Mendoza, San Juan, La Rioja, Catamarca, Tucuman, Salta e Jujuy.
Sono gli ultimi 325 km che passano per cittadine simili Coranzulí, Orosmayo o Cusi Cusi. Fermati qui! Non passate perché vicinissimo a Cusi Cusi c'è il Valle de la Luna Jujuy, un paesaggio tanto impressionante quanto poco conosciuto.
Dopo Rumi Mass, il punto più settentrionale dell'intero 40: Santa Catalina, la seconda città popolata più a nord dell'Argentina. Se hai il coraggio di fare 30 km approssimativi a nord-ovest, puoi raggiungere il primo: El Angosto, in un angolo di provincia. Da Santa Catalina, goditi gli ultimi 60 km fino a La Quiaca, passando per Cieneguillas.
 
E potrei continuare a scrivere perché i 40 è uno dei percorsi più spettacolari dell'Argentina "un sentiero infinito che non finisce mai" 

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia una risposta